Contattami al : 3484319257 || Email : deborah.geotv@gmail.com

ANALISI TERMOGRAFICA

L'analisi termografica è un'ottimo strumento per avere perizie tecniche che individuano difetti di costruzione o semplicemente per verificare in che stato è l'immobile, per sapere esattamente quali riqualificazioni fare per ottenere il risparmio energetico.

Si può poi intervenire isolando il tetto, sostituendo gli infissi, eseguendo il cappotto dell'edificio, sostituendo caldaia o installando un impianto solare termico o uno fotovoltaico che si possono abbinare ad una pompa di calore per una resa energetica ottimale.

COS'E' UN ANALISI TERMOGRAFICA

L'analisi termografica è un procedimento che permette di visualizzare in un'immagine le dispersioni termiche di un edificio. La macchina termografica permette infatti la lettura delle radiazioni emesse nella banda dell'infrarosso da corpi sottoposti a sollecitazione termica; questa gamma di frequenze è invisibile all'occhio umano.
Con l'analisi termografica è possibile evidenziare i punti deboli dell'involucro edilizio con un'indagine non invasiva. Questi punti deboli, o ponti termici, sono la causa principale di danni alla costruzione (umidità dovuta a problemi di condensa, muffe ecc..) oltre che di importanti dispersioni termiche.
L'analisi termografica è particolarmente utile a chi sta valutando una ristrutturazione. Sapendo infatti dove sono situati i punti più critici si può intervenire in maniera più mirata e consapevole.

VANTAGGI DI UN'ANALISI TERMOGRAFICA NEL CAMPO DELL'EDILIZIA

A) Tecnica Veloce, non invasiva e sicura.
B) Localizza le sorgenti di umidità e i problemi strutturali velocemente.
C) Localizza perdite di calore e/o di freddo con precisione.
D) Genera report di ispezione in tempo reale.
E) Documenta gli interventi di riparazione durante e dopo la fine dei lavori di ripristino dei manufatti.

Con la termografia a infrarossi è possibile rivelare infiltrazioni di acqua per esempio operando una scansione all'interno di un edificio e mettendo in evidenza un eccesso di umidità dovute a perdite dell'impianto idraulico, perdite del tetto, perdite localizzate intorno a finestre etc; infatti le zone bagnate dei materiali di costruzione si raffreddano quando l'energia termica è trasferita durante il processo di evaporazione dell'acqua; quindi, una zona bagnata si evidenzierà maggiormente dalla circostante superficie asciutta (più calda).
Differente è la situazione in cui operando all'esterno una scansione termografica di una copertura nel pomeriggio o in tarda serata, le zone con presenza di infiltrazioni di acqua resteranno più calde per via della maggior capacità termica di quest'ultima che cederà quindi il calore accumulato durante il mattino in misura minore (più calda) delle zone asciutte circostanti (più fredde).

Scroll to Top